HOME

 

Compito per casa della nipotina di un Potaporco: disegna la cosa che ti è piaciuta di più alla fiera - Fiera di Lonato 55 Fiera di Lonato del Garda 57 Fiera Regionale Di Lonato Del Garda ... Piu'Meno

Leggi su Facebook

Bibbia spoiler! ... Piu'Meno

Leggi su Facebook

Fratelli e Sorelle, domani uscirà sulla pagina un nuovo messaggio di pace, amore e fratellanza.
mi raccomando, spargetelo ovunque!

LA SCENA DI TOMMASO - 25 dicembre 2015 ore 12.00

Una sera Gesù era molto triste e i suoi occhi erano perduti in un lontano futuro. Disse: "Mi faranno apparire amante del dolore e della sofferenza. Sento dire dovunque che il mondo è una valle di lacrime e che l'uomo è nato pe soffrire. Nulla di più falso. Solo per la sua stupidità e per la sua visione limitata l'uomo si circonda di sofferenza. Io sono venuto tra voi per indicarvi la strada della gioia. Il mio giogo è leggero come una ghirlanda di fiori e la mia autorità è dolce. Se seguirete la strada che vi indico, troverete una felicità che è come un albero sempre verde.

Quando noi lo chiamavamo: "Signore, vieni con noi a pregare e a digiunare?" Lui ci guardava con occhi pieni di ironia e ci rispondeva: "Ma che male ho fatto?" E poi aggiungeva: "Non dite sciocchezze e non perdete tempo a fare ciò che intimamente non vi sentite di fare".

Una sera vedemmo un Samaritano che effettuava un lungo viaggio portandosi dietro un agnello. Eravamo ai confini della Giudea, proprio nel luogo della dogana. Gesù ci disse: "Sapete perché quel viaggiatore porta con sé un agnello? Tra l'altro non lo può cavalcare e ad ogni dogana deve pagare un dazio. Lo porta, perché, quando sarà affamato, lo ucciderà e se lo mangerà". Gesù sorrise e aggiunse: "Certo non potrà mangiarlo quando è vivo. Prima lo ucciderà e poi lo mangerà. Anche voi potete essere come quell'agnello, che può essere mangiato soltanto quando è già cadavere. Vincete la paura per non diventare cadaveri. Finché sarete vivi, la morte non vi potrà toccare. Nessuno potrà mangiarvi. Se la morte vi trova vivi, non vi toccherà.
... Piu'Meno

Leggi su Facebook